info@saperessere.com - Chiamaci: 06 51 31 400

Archivio

Portfolio

25 Gen 2024

Un progetto cofinanziato dall'Unione Europea

L’accessibilità digitale è qualcosa che riguarda tutti. Ciò che è accessibile a una persona con disabilità lo è anche per tutti gli altri appartenenti alla comunità. Il punto di partenza è l’accessibilità universale: la tecnologia, oggi più di ieri, ci permette di rendere il web, oltre che le applicazioni «responsive».

L’obiettivo del progetto DIG.IT.ABLE. è quello di ripensare una didattica digitale “inclusiva” che consenta a lavoratori ipoudenti o ipovedenti di essere più facilmente coinvolti nei percorsi di formazione virtuale a cui partecipano. Per favorire questo processo, vogliamo aiutare i formatori ad acquisire nuove competenze tecniche e professionali che gli siano di aiuto per facilitare l’engagement e la partecipazione di tutti gli allievi coinvolti.

Impatti del progetto

  1. Il progetto supporta l’aggiornamento delle competenze e il trasferimento di nuove abilità adatte alle richieste del mercato del lavoro.
  2. Il progetto supporta e facilita l’accesso dei lavoratori/disoccupati con disabilità alla formazione professionale mainstream, con l’obiettivo di favorire l’inclusione lavorativa nel mercato del lavoro, la riduzione delle barriere socioculturali e inclusione nel tessuto sociale e supportare un migliore utilizzo delle potenzialità della tecnologia digitale.
  3. Il modello di formazione inclusiva verrà integrato nell’offerta didattica delle organizzazioni partner, rendendo i percorsi formativi di ciascuna azienda capaci di soddisfare le aspettative e il bisogno di aggiornamento e specializzazione di tutti i lavoratori, comprese le persone con disabilità sensoriale.

Gli output del progetto

  1. Curriculum del formatore digitale inclusivo: Documento che include tutte le competenze e conoscenze necessarie per poter essere formatori digitali inclusivi.
  2. Corso per formatori digitali inclusivi: Percorso formativo certificato diretto a 144 docenti che si svolgerà in Bulgaria, Grecia, Austria e in Italia che prevede una parte online sincrona, una online asincrona e, al termine, la realizzazione in un corso pilota.
  3. Toolkit di replicabilità: Documento che raccoglie gli approcci didattici, le metodologie, gli strumenti e le best practices per i formatori. Inoltre, integrerà gli output prodotti nei passaggi precedenti.

Il progetto è realizzato in partnership di aziende europee

Contattaci per avere maggiori informazioni





    Accetto l'informativa sulla Privacy:

    24 Feb 2021
    Balance your life

    Benessere organizzativo e nuove esigenze

    In quest’ultimo anno ce lo siamo detti tantissime volte: sono cambiate le abitudini di tutti noi. In particolare, ci siamo dovuti adattare a nuove modalità lavorative iniziando ad usare un termine per definirle che fino a poco fa era alla portata di pochi: lo “Smart Working”.

    Ci siamo confrontati con nuove modalità di comunicazione, cooperazione e nuovi processi di lavoro. Inoltre, spesso è diventato difficile riuscire a coniugare vita privata e lavorativa a causa della mancanza di una suddivisione netta degli spazi e dei tempi lavorativi da quelli personali. Tutto questo contribuisce ad aumentare il senso di affaticamento e stress, portandoci a tralasciare tutti quei comportamenti che dovrebbero mirare a salvaguardare e mantenere il benessere fisico, psicologico e sociale di tutti i lavoratori.

    A partire da queste considerazioni abbiamo sviluppato, grazie alla consulenza per un prestigioso studio legale, un modello che ben si poggia sui valori di proattività e collaborazione propri dello Smart Working.

    In particolare, le fasi consulenziali hanno previsto un questionario costruito ad hoc per i dipendenti per indagare quali fattori collegati allo Smart Working provocano malessere e disagio, l’analisi dei risultati ha permesso di suddividere in cluster i fattori maggiormente emersi che sono stati oggetto di approfondimento durante il ciclo di Webinar che ha visto partecipe la dirigenza.

    Questo coinvolgimento ha permesso di ripensare e ricostruire insieme una comunità di pratiche utili all’identificazione con la propria azienda e adatte al miglioramento dei processi di lavoro. Infine, un questionario finale ha permesso di stabilire se vi è stata una riflessione sui temi “caldi” portati dai lavoratori per una ricalibrazione delle modalità di lavoro.

    Se sei interessato anche tu ad approfondire i temi di benessere organizzativo propri della tua azienda per migliorare le prestazioni lavorative, se sei convinto che in questo periodo di cambiamento vi sia necessità di ripensare alle modalità lavorative, se credi che il benessere dei tuoi dipendenti e della tua azienda sia importante, puoi richiedere maggiori informazioni chiamandoci allo 06.5131400, scrivendo all’indirizzo e-mail info@saperessere.com o compilando il form in basso.




      Accetto l'informativa sulla Privacy:

      [recaptcha size:compact]

      Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
      Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy