info@saperessere.com - Chiamaci: 06 51 31 400

Blog

22 Lug 2019

YES I START UP – Iniziativa occupazione giovani

Studio Saperessere è entrato a far parte della rete partenariale pubblico/privata composta da Soggetti Attuatori (Enti ed organismi formativi, società, associazioni, camere di commercio, studi di professionisti, ecc.) selezionati dall’Anpal e dall’Ente Nazionale del Microcredito, ed operativi su tutto il territorio nazionale, che ha il compito di sviluppare il progetto YES I START UP, per promuovere e sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità dei giovani NEET attraverso un’attività formativa, preparatoria e di accompagnamento, finalizzata all’accesso di fondi per progetti da 5.000 a 50.000 euro con prestiti a tasso zero, senza necessità di garanzie reali. 




Accetto l'informativa sulla Privacy:

NEET è l’acronimo inglese di (Young people) neither in employment nor in education or training, o anche “not (engaged) in education, employment or training“, ed è un termine utilizzato per indicare persone giovani non impegnate nello studio,  nel lavoro  nella formazione. 

Il progetto YES I START UP intende formare ben 800 NEET l’anno attraverso la realizzazione di percorsi formativi mirati e di accompagnamento personalizzato, con aule di minimo 3 alunni e massimo di 12, della durata complessiva di 80 ore (60 in aula e 20 di accompagnamento personalizzato) atti a fornire ai NEET registrati al Programma Garanzia Giovani le competenze necessarie all’avvio e gestione dell’attività d’impresa.

I giovani che aderiscono al progetto hanno così la grande opportunità di diventare protagonisti del proprio futuro e di realizzare un sogno nel cassetto, entrando a far parte nel mondo del lavoro attraverso un percorso preferenziale.

Ogni soggetto attuatore che fa parte della rete partenariale, per poter svolgere i corsi, deve avere requisiti di esperienza e competenze in tema di formazione e accompagnamento alla creazione di impresa, di avere aule idonee ed attrezzate, con i requisiti di sicurezza ed infine di poter operare con propri docenti qualificati, ed in questo Studio Saperessere si è dimostrata ampiamente all’altezza della situazione.

30 Mag 2019
29 Mag 2019

Dopo decenni di studi l’OMS ha riconosciuto lo stress da lavoro o da disoccupazione (burn out) come sindrome e ha fornito le linee guida per la diagnosi.  Il burnout (ne aveva parlato Marco Vitiello in un’intervista)  è un lento processo di “logoramento” o “decadenza” psicofisica dovuto alla mancanza di energie e di capacità per sostenere e scaricare lo stress accumulato nel contesto lavorativo. Il termine burnout, in inglese, significa proprio “bruciarsi”.

Il primo ad occuparsi di burnout è stato lo psicologo Herbert Freudenberger in uno studio del 1974. Da lì si è parlato di burnout soprattutto per le “professioni di aiuto” in ambito socio-psico-sanitario: medici, infermieri, caregiver, psicologi e tutte quelle persone che si occupano di assistenza o che sono a contatto quotidianamente con la sofferenza.

La definizione dell’OMS burnout parla di “una sindrome concettualizzata come conseguenza di stress cronico sul posto di lavoro non gestito con successo”. Tre le caratteristiche principali: “mancanza energia o spossamento, aumento dell’isolamento dal lavoro o sensazioni di negatività e cinismo legati al lavoro, diminuzione dell’efficacia professionale”.

Per la prima volta, quindi, il burn out viene incluso nell’elenco ICD-11 (International Classification of Diseases) che entrerà in vigore dal 2022 e fa riferimento specificamente ai fenomeni nel contesto occupazionale e non dovrebbe essere applicato per descrivere esperienze in altri ambiti della vita.

L’Oms, infatti, oltre a delimitare l’ambito al contesto lavorativo ha anche specificato che il burn out può essere diagnosticato solo dopo aver escluso altri disturbi come il disturbo dell’adattamento, l’ansia o la depressione che possono avere dei sintomi simili.

Cosa cambia con questo importante riconoscimento?

Prima di questo importante riconoscimento le situazioni di stress da lavoro venivano considerate fuori dai rischi tabellati e in caso di vertenze (e relativi risarcimenti) non c’erano riferimenti specifici e il percorso di valutazione/valorizzazione del danno risultava tortuoso.
Negli ultimi anni, da quando si parla in maniera più chiara dei rischi psicosociali sul lavoro e da quando lo stress lavoro-correlato è entrato in maniera sistematica nelle valutazioni relative alla sicurezza e salute del lavoro, si registra un cambiamento.
Nelle dispute tra aziende e lavoratori, aumentano le sentenze a favore dei lavoratori: il diritto alla salute (Articolo 32, Costituzione) viene prima delle logiche di profitto. Viviamo un passaggio culturale importante in cui da una parte continuano le logiche produttive con obiettivi pressanti e contesti stressogeni, dall’altra si fa sempre più forte l’attenzione maggiore al benessere organizzativo e al work-life balance. Anche il welfare aziendale si sta orientando verso il benessere del singolo lavoratore, che diventa benessere (e profitto) per tutta l’organizzazione. (e non solo un dispositivo di sgravio fiscale).
Gli psicologi del lavoro delle organizzazioni lavorano proprio in questo spazio tra la tutela e l’intervento sul lavoratore e il supporto all’organizzazione per prevenire e gestire lo stress. Questo riconoscimento dell’OMS diventa un riferimento ufficiale e solido a sostegno di queste attività legate al benessere lavorativo.
17 Mag 2019

Fino al 31 Maggio 2019 puoi ancora presentare i tuoi progetti formativi aderendo ai Voucher Neo Assunti, Detto/Fatto Azienda, Dirigenti, Studi Professionali di FonARCom.

I voucher FonARCom sono strumenti di finanziamento che permettono di formare singoli dipendenti e dirigenti di un’azienda iscritta al Fondo. Fino al 31 Maggio 2019 puoi presentare con Studio Saperessere la tua adesione ai seguenti voucher:

Neo Assunti

Avviso del Fondo Fonarcom riservato all’attività di formazione rivolta a lavoratori/lavoratrici dipendenti, assunti al massimo nei 6 mesi antecedenti alla richiesta del Voucher ed in possesso di contratto di lavoro dipendente con durata non inferiore a 12 mesi.

Detto/Fatto Azienda

Voucher destinato all’attività di formazione rivolta a lavoratori dipendenti, lavoratori con contratto di inserimento e reinserimento e i lavoratori a tempo determinato con ricorrenza stagionale, anche nel periodo in cui non prestano servizio in azienda, Apprendisti, Lavoratori in Cigo/Cigs.

Dirigenti

Avviso del Fondo Fonarcom destinato a supportare l’accesso della formazione dei dirigenti delle aziende aderenti.

Studi Professionali

Avviso del Fondo Fonarcom designato al finanziamento di attività di formazione rivolta a lavoratori dipendenti, lavoratori con contratto di inserimento e reinserimento e i lavoratori a tempo determinato con ricorrenza stagionale, anche nel periodo in cui non prestano servizio in azienda, Apprendisti, Lavoratori in Cigo/Cigs.

Scorri con le schede qui sotto per conoscere i voucher attivi di FonARCom.

Presenta il tuo piano di formazione con noi

Raccontaci la tua esigenza:

Nome Azienda:

Nome Referente (richiesto)

La tua email

Il tuo recapito telefonico

Sei già iscritto a Fonarcom?

Sei già iscritto ad altro fondo?

Accetto l'informativa sulla Privacy: *

Studio Saperessere si propone come partner nella presentazione delle proposte progettuali, attraverso diversi servizi, quali:

  • analisi del contesto aziendale e dei fabbisogni formativi;
  • progettazione del piano formativo e finanziario;
  • presentazione del piano presso gli enti finanziatori;
  • erogazione, gestione faculty dei docenti;
  • monitoraggio, rendicontazione.
16 Mag 2019

L’Avviso 03/2019 FORMA E RICOLLOCA

Con l’Avviso 03/2019 FonARCom “Forma e Ricolloca” sostiene misure di riqualificazione, orientamento e ricollocazione di lavoratori e lavoratrici a rischio disoccupazione.

Lo scopo è quello di rafforzare il sistema della formazione continua per stabilizzare o incrementare il numero dei rapporti di lavoro.

Le tematiche dei piani formativi dovranno essere relative a:

  • aggiornare competenze professionali in possesso di lavoratori e lavoratrici;
  • acquisire nuove competenze professionali.

 

Modalità di formazione

La formazione potrà essere svolta attraverso sessioni d’aula in modalità frontale.

La durata del Piano formativo dovrà essere pari a 40 ore.

Il nuovo Piano Formativo finanziato da FonARCom mira a incrementare i rapporti di lavoro

Fai clic sull’immagine per leggere la scheda di sintesi

Piani di formazione e finanziamenti

Per ogni Piano Formativo è richiedibile un contributo pari ad un minimo di 9.900,00 e ad un massimo di 19.800,00 €.

Il contributo per ciascun discente è di 1.100,00 €, con un contributo massimo di 6.660 € per edizione.

 

 

Tipologie di Piani Formativi ammissibili

Le aziende iscritte al Fondo possono presentare dei piani di formazione:

  • Aziendali / Interaziendali: il Piano risponde ai fabbisogni formativi di una o più aziende
  • Settoriali / Intersettoriali / di Filiera: il Piano risponde ai fabbisogni formativi di imprese appartenenti allo stesso settore produttivo
  • Territoriali / Distrettuale / di Filiera: il Piano risponde ai fabbisogni formativi di imprese che operano in uno stesso territorio o che appartengono o ad uno stesso distretto industriale o ad una stessa filiera produttiva.

 

Beneficiari

Le aziende che possono presentare richiesta di finanziamento dei piani formativi devono essere iscritte al Fondo FonARCom. I soggetti beneficiari sono:

  • disoccupati (comma 1 dell’art. 19 del d.lgs. 150/2015)o lavoratori a rischio di disoccupazione (comma 4 dell’art. 19 d.lgs. 150/2015) immediatamente disponibili per lo svolgimento di attività lavorative, assunti dall’Azienda Beneficiaria entro la chiusura del Piano Formativo;
  • lavoratori a rischio di disoccupazione (comma 4 dell’art. 19 d.lgs. 150/2015) immediatamente disponibili per lo svolgimento di attività lavorative, dipendenti dell’Azienda Beneficiaria nel momento dell’inserimento nel Piano Formativo
  • lavoratori e lavoratrici assunti al massimo nei 6 mesi antecedenti all’inserimento nel Piano Formativo

La scadenza per l’invio dei piani formativi alle Parti Sociali è il 31/10/2019.

Presenta il tuo piano di formazione con noi

Raccontaci la tua esigenza:

Nome Azienda:

Nome Referente (richiesto)

La tua email

Il tuo recapito telefonico

Sei già iscritto a Fonarcom?

Sei già iscritto ad altro fondo?

Accetto l'informativa sulla Privacy: *

Studio Saperessere si propone come partner nella presentazione delle proposte progettuali, attraverso diversi servizi, quali:

  • analisi del contesto aziendale e dei fabbisogni formativi;
  • progettazione del piano formativo e finanziario;
  • presentazione del piano presso gli enti finanziatori;
  • erogazione, gestione faculty dei docenti;
  • monitoraggio, rendicontazione.
13 Mag 2019
23 Apr 2019

Vi avevamo parlato di HR Integrated Development, un percorso di qualifica per “Tecnico nella gestione e sviluppo delle risorse umane”. Ad aprile si è chiusa la fase di formazione in aula. Abbiamo chiesto a Federica,  una partecipante di HRID, di raccontarci la sua esperienza.

L’esperienza di Federica

“Sono stati tre mesi importanti per la mia crescita professionale e personale: può sembrare una frase fatta, ma è realmente così. Ho trovato docenti e professionisti competenti e attenti non solo alle mie esigenze e curiosità ma anche impegnati a farci conoscere la realtà del mercato del lavoro.  Questi mesi di lezione con esercitazioni, lavori di gruppo e condivisione di esperienze, che mi hanno permesso di apprendere in maniera pratica e del tutto nuova.

Nonostante il mio forte interesse per la formazione, mi hanno incuriosita anche i temi del coaching e dell’orientamento. Un insegnamento? Ho capito l’importanza strategica delle persone per ogni azienda: bisogna promuovere il benessere lavorativo e migliorare l’employability attraverso la formazione continua e piani di sviluppo compatibili con le attitudini di ciascuno. Ora tocca a me mettere in pratica queste conoscenze e lo stage è un’occasione importante.”

13 partecipanti, 9 aziende, 200 ore di stage in HR

Federica e gli altri 12 allievi hanno iniziato una nuova fase del percorso: uno stage formativo della durata di 200 ore.  Ognuno di loro è stato inserito nel reparto HR di aziende e organizzazioni operanti in vari settori. Hanno aderito, ospitando gli stage dei nostri corsisti: Enel, Arci, Croce Rossa, Roma Multiservizi, Adecco, IRS Europa, Open Fiber e Contatto Lavoro e Studio Saperessere.

Nuova Edizione del Master HR Advanced

Partirà in autunno la nuova edizione del Master HR Advance, finanziato dalla Regione Lazio. Possono iscriversi al Master:

  • disoccupati e inoccupati di età superiore a 22 anni, residenti nel Lazio da almeno 6 mesi, in possesso di laurea triennale in discipline socio-economiche e psico-sociali;
  • adulti che abbiano maturato esperienza professionale in ambito HR. Avranno priorità gli inoccupati o disoccupati di lunga durata.

Il bando di selezione per la partecipazione al Master, sarà aperto nel mese di Giugno.

19 Apr 2019
18 Apr 2019

L’Avviso 01/2019 INFORMA WELFARE

Con l’Avviso 01/2019 FonARCom sostiene l’adozione e la diffusione delle politiche e degli strumenti di welfare aziendale, attraverso il finanziamento di Piani Formativi dedicati al tema.

Lo scopo è quello di accrescere la stabilizzazione dei rapporti di lavoro e migliorare le condizioni lavorative e di benessere sociale.

Le tematiche dei piani formativi dovranno essere relative a:

  • definizione di Welfare aziendale, i suoi elementi costitutivi e gli aspetti normativi;
  • beni e i servizi che ricadono entro le politiche di Welfare;
  • benefici derivanti dall’adozione di politiche di Welfare per i dipendenti e per le aziende.

La formazione potrà essere svolta attraverso sessioni d’aula in modalità frontale o remota (live webinar), con minimo sei allievi per edizione.

La promozione del Welfare Aziendale al centro del nuovo Piano Formativo finanziato da FonARCom

Fai clic sull’immagine per leggere la scheda di sintesi

Piani di formazione e finanziamenti

Il Progetto Formativo potrà prevedere un numero massimo di edizioni in base alla tipologia di piano (monoaziendale e multiaziendale) e al numero di allievi coinvolti.  Il finanziamento per ciascuna edizione è € 990,00.

Piani di formazione monoaziendali
Le aziende iscritte al Fondo possono presentare dei piani di formazione rivolti ai propri dipendenti, per un finanziamento massimo di € 9.990,00. Il numero di Edizioni ammesse varia da 1 a 10.

Piani di formazione interaziendali
Le aziende iscritte al Fondo possono presentare dei piani di formazione insieme ad altre aziende, per un finanziamento massimo di € 14.850,00. Il numero di Edizioni ammesse varia da 1 a 15.

Beneficiari
soggetti beneficiari sono i dipendenti di aziende iscritte al Fondo FonARCom.

La scadenza per l’invio dei piani formativi alle Parti Sociali è il 30/09/2019.

Presenta il tuo piano di formazione con noi

Raccontaci la tua esigenza:

Nome Azienda:

Nome Referente (richiesto)

La tua email

Il tuo recapito telefonico

Sei già iscritto a Fonarcom?

Sei già iscritto ad altro fondo?

Accetto l'informativa sulla Privacy: *

Studio Saperessere si propone come partner nella presentazione delle proposte progettuali, attraverso diversi servizi, quali:

  • analisi del contesto aziendale e dei fabbisogni formativi;
  • progettazione del piano formativo e finanziario;
  • presentazione del piano presso gli enti finanziatori;
  • erogazione, gestione faculty dei docenti;
  • monitoraggio, rendicontazione.
15 Apr 2019